1

scuola materna foto

TORINO – 08-03-2019 - Nuova misura varata dalla Regione Piemonte per aiutare le famiglie ad affrontare i costi dei servizi per la prima infanzia. È il "Buono nidi", presentato martedì 5 marzo dal presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e dall'assessore all’Istruzione, Gianna Pentenero. Il contributo regionale, compreso tra i 50 e 70 euro al mese, andrà a sostenere le spese legate alle rette degli asili nido, con uno stanziamento complessivo di 5 milioni e mezzo di euro per il periodo 2019-2020. “La misura è stata voluta dalla Giunta regionale per incrementare la domanda di servizi per la prima infanzia, in calo anche per effetto della crisi economica, e al tempo stesso incentivare l’occupazione femminile, rafforzando la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro” fanno sapere dalla Regione. Il Buono sarà assegnato, tramite i Comuni, alle famiglie residenti in Piemonte, con indicatore della situazione economica famigliare (Isee) non superiore a 15.000 euro, che ne facciano richiesta per coprire in tutto o in parte i costi per l’iscrizione e frequenza ai servizi educativi 0/3 anni a titolarità comunale (nidi, micronidi, sezioni primavera a gestione comunale diretta, indiretta, oppure in concessione). L'erogazione del contributo consentirà alle famiglie con Isee fino a 10.000 euro di accedere all’asilo gratuitamente e a quelle con Isee compreso tra 10.000 e 15.000 euro di sostenere un importo di circa 50 euro al mese. La stima dei potenziali beneficiari è pari a circa 8-10.000 famiglie.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.