1

cane pc

NOVARA – 29-11-2019 – Si avvicina il Natale e come ogni anno sui siti social appaiono decine di annunci riguardanti cuccioli di cani in vendita o in regalo. “Almeno il 50% nasconde una truffa” mette in guardia Aidaa Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, che suggerisce un decalogo per riconoscere gli annunci fasulli ed evitare di essere truffati.

1 Diffidate sempre dagli annunci che promettono in regalo o a prezzi stracciati cuccioli di razze pregiate di cani.

2 Quando rispondete ad un annuncio fatevi subito inviare il numero di telefono della persona che vi propone il cane ed il suo numero di codice fiscale, diffidate da chi parlando di gratuità del cane già al primo o al secondo contatto vi chiede un rimborso spese per la spedizione del cane.

3 Fatevi mandare immediatamente un video del cucciolo che vi propongono, girato lo stesso giorno. Niente fotografie: queste spesso vengono prese dai siti online e il cane che vi mostrano o è inesistente o non ha niente a che fare con quello fintamente a voi proposto.

4 Se il proponente non risponde fornendo i dati che gli avete richiesto troncate immediatamente la conversazione e se si fa vivo di nuovo chiedendo soldi non esitate a denunciare la truffa alla Polizia Postale.

5 Se vi raccontano che il cane arriva dall’Africa o da un paese orientale e che necessita dei soldi per pagare il biglietto, assicurazione e trasportino, non abboccate: è sicuramente una truffa, nota come “truffa dei cani del Camerun”, da segnalare alla Polizia Postale. Le persone che in passato ci sono cascate hanno versato fino a 1.400 euro senza mai vedere l’ombra del cane.

6 Non fornite mai i vostri dati personali, numeri di telefono o ancora peggio numeri di carte di credito e conti bancari (nemmeno le poste pay sono sicure) ma chiedete a loro di lasciarvi un numero di telefono e rispondete dopo solo che via mail vi hanno anticipato i dati anagrafici sopradescritti.

7 Spesso questi truffatori vi inviano le copie di falsi documenti di viaggio degli animali che sostengono essere in arrivo. Prima di pagare fate sempre una verifica con la società indicata come trasportatrice; qualora vi accorgeste che si tratta di un falso segnalate senza esitare alle forze dell’ordine ed alla stessa società di trasporto di cui vengono falsificati i documenti.

8 Anche qualora i cuccioli esistano, accertatevi che l’acquisto non nasconda la peggiore delle truffe, vale a dire la vendita di un cane di provenienza illegale, magari di uno dei cuccioli allevati in batteria all’est e mandati qui per essere venduti. Chiedete sempre oltre ai dati sopracitati copia della documentazione del cane in anticipo e fatela valutare da un vostro veterinario di fiducia o direttamente dall’Enci: sapranno riconoscere i documenti fasulli.

9 Chiedete di visitare (e visitate) l’allevamento da dove proviene il cane. Spesso dietro i portali di vendita di cuccioli di cane dove non si annida la truffa, si annida il maltrattamento ed il traffico di animali di cui molti portali sono terminal solo apparentemente legali ed in regola.

10 Dopo aver letto tutte queste regole e suggerimenti fate la cosa migliore che potete fare, qualora desiderate veramente un cane: andate in canile ed adottate un randagio. In Italia ce ne sono oltre 150 mila che aspettano una famiglia.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.