1

BIELLA OSPEDALE ECOGRAFO

 

BIELLA 10-12-2019 «Grazie a questa apparecchiatura

 

gestiamo famiglie e pazienti che altrimenti saremmo costretti a mandare a Novara o a Torino»: Paolo Manzoni, direttore della struttura complessa di pediatria, ha riassunto così il peso specifico del dono che l'ospedale di Biella ha ricevuto da Fondazione Tempia e Birra Menabrea Spa. L'ecografo multidisciplinare è stato presentato ufficialmente lunedì 9 dicembre con il commissario straordinario di Asl Bi Diego Poggio che ha espresso la sua gratitudine a Viola Erdini, presidente della Fondazione Tempia, e a Franco Thedy, amministratore delegato del più antico birrificio italiano tra quelli in attività. «Queste donazioni» ha detto Poggio «ci fanno sentire più vicini al territorio e allo stesso tempo simboleggiano l'attenzione che il territorio stesso esprime nei nostri confronti».
L'ecografo messo a disposizione della pediatria è in grado di migliorare le capacità diagnostiche del reparto, specie per neonati e lattanti: «Ci consente di svolgere analisi super-specialistiche come l'ecografia polmonare che permette di “risparmiare” radiazioni ai piccoli pazienti rispetto alle radiografie, o quella cerebrale ai nati prematuri. La definizione delle immagini inoltre può mostrare lesioni fino a un decimo di millimetro. Può essere un vero passo avanti nei servizi che offriamo alla comunità». Il valore di mercato del macchinario, prodotto dalla Esaote di Genova, è di circa 70mila euro.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.