1

polfer estate

TORINO -10-01-2020 - La Polizia Ferroviaria

di Piemonte e Valle d'Aosta ha tracciato il bilancio operativo del 2019.
Numerosi servizi d’iniziativa per attività di vigilanza a piedi in stazione e in auto lungo le linee ferroviarie hanno portato all’identificazione di 138.183 persone (38.991 in più rispetto all’anno 2018), di cui 42.350 stranieri, complessivamente 32.414 con precedenti di polizia e 5.085 minori. Le persone arrestate sono 59 di cui 2 minori, con un incremento del 37% rispetto al 2018, 671 i denunciati a piede libero di cui 32 minori;
32 i servizi straordinari svolti da gennaio a giugno su input del Servizio di Polizia Ferroviaria (‘Oro Rosso’, ‘Stazioni sicure’ e ‘Rail safe day’) rispettivamente finalizzati al controllo dei rottamai per il contrasto dei furti di rame ed alla sicurezza di viaggiatori e bagagli, assicurati anche mediante l’ausilio di personale del Reparto Mobile, Reparto Prevenzione Crimine, unità cinofile antidroga e antisabotaggio e metaldetector. Grande attenzione è stata rivolta alla sicurezza del personale ferroviario viaggiante, in particolare dei Capitreno, oltre che dei viaggiatori, assicurando la  scorta con 5.126 operatori specializzati, a bordo di 12.983 convogli ferroviari, risultati critici all’esito di un attento monitoraggio e valutazioni congiunte mensili effettuate d’intesa con FS, con 56.878 persone identificate in corsa treno, grazie all’uso dei palmari di servizio di ultima generazione.

In netto calo i delitti di varia natura denunciati in ambito FS, da 647 del 1° semestre 2018 a 693 dell’anno corrente, in un trend favorevole registrato nell’ultimo triennio.
La Polfer, che per storia, tradizione e cultura porta nel suo DNA in primis la polizia di prossimità, non ha lesinato energie riguardo a vicinanza e contatto con persone particolarmente vulnerabili, quali minori, anziani, persone malate, confuse, o comunque in difficoltà intercettate sia nelle stazioni che a bordo treno; solo per citare un dato, nel 2019 sono state rintracciate n. 98 persone denunciate scomparse, di cui 77 minori che si erano allontanate dalle proprie abitazioni, da centri di accoglienza o comunità.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.