1

Schermata 2021 01 28 alle 11.13.25

PIEMONTE- 28-01-2021-- Vuoi conoscere la qualità dell’aria del Piemonte? Da oggi è possibile. Su aria.ambiente.piemonte.it tutti i cittadini, da pc o smartphone, possono accedere in tempo reale a tutte le informazioni che riguardano la nostra regione.

Si tratta di uno un sito web innovativo, realizzato da una collaborazione tra Regione Piemonte, Arpa Piemonte e CSI Piemonte, per assicurare ai cittadini la diffusione delle informazioni su dati, progetti, strategie, pubblicazioni di settore e piani di risanamento sul tema dell’aria in Piemonte, nell’ottica della trasparenza.

Il nuovo portale è di facile consultazione, è ottimizzato per i dispositivi mobili ed è un punto di riferimento per i cittadini del Piemonte per tutto quello che riguarda la qualità dell'aria.

Nella home page è presente la cartina del Piemonte che consente di effettuare ricerche sulla qualità dell’aria, con la possibilità di fare uno zoom sull’area di interesse, fino a raggiungere un dettaglio comunale, ottenendo il dato puntuale riferito alla stazione di rilevamento.

Nella sezione “qualità dell’aria” è possibile capire quali sono gli inquinanti che originano le problematiche ambientali, gli effetti che questi hanno su salute e ambiente, quali sono le fonti da cui si origina l’inquinamento, dando la possibilità di accedere ed estrapolare i dati misurati. 

C’è poi la sezione “valutare l’aria” che presenta il sistema regionale di rilevamento della qualità dell’aria e l’Inventario Regionale delle Emissioni in Atmosfera che raccoglie i dati relativi ai principali inquinanti, emessi in un anno in una determinata area geografica. Nella stessa sezione sono poi  descritti i modelli di qualità dell’aria e la rete di monitoraggio della Regione Piemonte.

Nella sezione “politiche per l’aria” è possibile consultare il nuovo Piano Regionale di Qualità dell’Aria e le misure previste per la sua attuazione. In questa sezione si possono trovare tutti i progetti della Regione Piemonte che hanno per obiettivo il miglioramento della qualità dell’aria. È possibile, inoltre, comprendere la rete di collaborazione che la Regione Piemonte ha sviluppato sia a livello italiano che a livello europeo. In ultimo, ma per questo non meno importante, c’è il tema “inquinamento e stili di vita”, una parte dedicata a rendere consapevoli i cittadini rispetto ai comportamenti adottati quotidianamente, perché migliorare l’aria delle nostre città non significa solo ridurre l'inquinamento atmosferico, ma anche ripensare i nostri modi di spostarci, consumare e mangiare.

“Il nuovo sito web sulla qualità dell’aria è uno strumento importante per i cittadini di Regione Piemonte. Il sito - spiega l’Assessore Matteo Marnati - ottimizzato per l’accesso da dispositivi mobili, consente a tutti di accedere ai dati sulla qualità dell’aria in tempo reale e di vedere quali sono i progetti e le attività che Regione Piemonte sta realizzando per migliorare l’aria. Auspichiamo che il sito, oltre che informare il cittadino, attraverso le sezioni di approfondimento, sia anche uno stimolo affinché ognuno di noi, nella vita di tutti giorni, possa effettuare scelte consapevoli e ambientalmente sostenibili”.

“Questo portale è un esempio virtuoso del nostro nuovo approccio nell’offerta dei servizi pubblici al cittadino che devono essere sempre più innovativi, di facile utilizzo e di immediata comprensione”,  ha sottolineato Pietro Pacini, Direttore Generale del CSI Piemonte. “Il tema della qualità dell’aria riguarda tutti noi e da questo dipende anche il nostro benessere: credo che questo strumento tecnologico possa essere un valido supporto per conoscere, comprendere e adottare comportamenti corretti nel quotidiano per migliorare la qualità di questa preziosa risorsa”.

“La qualità e l’autorevolezza dei dati presenti nel nuovo sito web è garantita dalla rete di Arpa Piemonte e dal lavoro costante e continuativo tecnico-scientifico del personale dell’Agenzia – commenta Angelo Robotto, direttore generale di Arpa Piemonte – La conoscenza dei dati è fondamentale per una sempre più diffusa cultura ambientale”

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.